Il contributo indaga il tema dell’incidenza delle pronunce di incostituzionalità sull’esecuzione del giudicato applicativo di norme dichiarate illegittime. La ricerca si sofferma, in particolare, sulla sorte del giudicato avente ad oggetto la condanna al pagamento di sanzioni amministrative qualificabili come sostanzialmente penali, anche alla luce della giurisprudenza della Corte EDU. 
Tali questioni sono esaminate a partire dal concetto di inapplicabilità della norma dichiarata illegittima di cui al comma 3 dell’art. 30, l. n. 87/1953, nonché del rapporto tra lo stesso e il successivo comma 4, relativo alla cessazione dell’esecuzione e degli effetti penali della sentenza irrevocabile di condanna.


The paper investigates the impact of the declaration of unconstitutionality of a law, issued by the Italian Constitutional Court, on enforceable judgements which had been based on that law.
The research focuses, in particular, on the fate of enforceable judgements concerning administrative sanctions which can be considered as criminal charges in the light of the ECHR case-law.
These issues are examined starting from the concept of non-application of the unconstitutional law, as provided for in art. 30, par. 3, l. n. 87/1953, as well as the relationship between it and par. 4, concerning the cessation of the penal effects of final convictions arising from an invalidated criminal provision.