rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

LA QPC TRA RIVOLUZIONE ED ECCEZIONE: LA CONCRETEZZA DEL CONTROLLO A POSTERIORI A TRE ANNI DALLA SUA INTRODUZIONE

Visualizza

 

Con l’introduzione della question prioritaire de constitutionnalité, l’ordinamento francese ha abbandonato la sua posizione di eccezionalità nel panorama dei sistemi di controllo di costituzionalità delle leggi in Europa, inserendosi nel novero degli ordinamenti che prevedono un controllo successivo in via incidentale.
Tuttavia, rimangono ancora alcuni dubbi sulla classificazione del controllo incidentale francese nell’ambito dei modelli di giustizia costituzionale, soprattutto sotto il profilo della concretezza del giudizio.
Il presente articolo, ripercorrendo le principali tappe che hanno condotto all’introduzione della QPC e i primi tre anni di giurisprudenza, si propone di rispondere ad una questione, all’apparenza semplice ma dalla risposta non scontata, che tanto ha impegnato le riflessioni della dottrina francese: il controllo di costituzionalità successivo à la française è un controllo concreto?
L’interesse di tale questione si fonda su due premesse. Il sistema francese di controllo in via d’eccezione ricalca fortemente il paradigma italiano di controllo incidentale, così come quello tedesco o spagnolo, il che potrebbe portare a ricondurlo senza troppa esitazione al modello europeo di controllo concreto su questione incidentale. Tuttavia, vanno messe in luce alcune peculiarità, che denotano la ferma volontà di non abbandonare del tutto l’eccezione francese; peculiarità che comunque non valgono, come si vedrà, a escludere pienamente la natura concreta del controllo esercitato dal Conseil.
L’ordinamento francese sembra infatti avere oramai valicato quel confine che lo separava dagli altri ordinamenti europei, con l’apertura ad un controllo successivo sull’applicazione della legge, seppur caratterizzato da alcune specificità e dalla concretezza ancora “acerba”.

 

With the introduction of the question prioritaire de constitutionnalité, the French system of constitutional justice left its exceptional position in the comparative perspective of the European systems of judicial review of legislation, finally providing for a system of incidenter review of the constitutionality of laws.
However, some doubts still remain about its collocation among the models of constitutional justice, especially with regards to its concreteness.
The article aims to analyze the incidenter constitutional review in France in order to answer, in the light of the jurisprudence of the first three years, a simple question whose answer cannot be taken for granted: is the control of constitutionality of laws à la française a concrete system of constitutional review?
The interest of this issue derives from two preliminary considerations.
The French system of incidenter constitutional review is very similar to the incidenter systems provided in Italy, Germany or Spain; therefore, one could easily include it in the group of the concrete systems of constitutional control of legislation. Nonetheless, the French systems still have some peculiar features that show the willing to keep a certain dose of exceptionality.
These peculiarities, however, do not exclude that the French control of the constitutionality of the laws is, at least to a certain extent, a concrete control. As we will explain, the French system of constitutional justice has already passed the borders that used to separate it from the other European systems, due to the introduction of a constitutional control on the application of the laws, even if such system still appears “unripe” with regard to its concreteness.
 

NUMERO E ARGOMENTI:  
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it