rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

Luci e ombre sulla scuola come luogo di necessaria inclusione nella più recente giurisprudenza della Corte di Strasburgo.

Visualizza

 

La nota propone una lettura congiunta di alcune decisioni della Corte di Strasburgo sul ruolo fondamentale che la scuola riveste nel processo di integrazione sociale dei minori: mentre in alcuni casi, relativi alla richiesta di esonero da alcuni corsi obbligatori, i giudici hanno fatto prevalere l’interesse dei minori ad una scolarizzazione inclusiva sul desiderio dei genitori a vedere affermate le proprie convinzioni religiose o filosofiche in tema di istruzione, in un ultima decisione del 2019, Dupin c. Francia, l’obiettivo della scuola come luogo di inclusione passa in secondo piano. Infatti, a fronte, infatti, di una valutazione difforme tra uno dei genitori e le istituzioni scolastiche francesi sul percorso più idoneo a garantire il miglior interesse di un bambino affetto da autismo, la Corte ha legittimato la strada scelta dall’ordinamento francese, consistente nell’indirizzare il minore verso scuole speciali separate da quelle frequentate dagli altri bambini.

 

 

The essay aims to highlight some judgments of the European Court of Human Rights relating to the special role played by the school in the process of social integration, particularly when parents and state officials disagree on which educational trajectory is best for a child. In the first two cases Osmanoğlu and Kocabaş v. Switzerland and A.R. and L.R. v. Switzerland the Court observes that the children’s interest in a full education, facilitating their successful social integration according to local customs and mores, takes precedence over the parents’ wish to have their daughters exempted from mixed swimming lessons and from sex education lessons. In the third case, Dupin c. France, concerning the right to education of autistic children, and more specifically the right to attend a mainstream school, the Court seems to take a step back: by stating that the right to education is also ensured by the education provided in specialized institutions, the Court denies the importance of inclusive education and seems to turn away from its previous jurisprudence.

 

NUMERO E ARGOMENTI:  
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it