rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

RADICI DELLA COSTITUZIONE E REPRESSIONE DELLA NEGAZIONE DELLA SHOAH

Visualizza

Il saggio intende indagare il rapporto tra criminalizzazione della negazione dell’Olocausto, verità della storia e idea di democrazia.
Nella prima parte esamina il panorama giuridico europeo e le ragioni delle differenti risposte dei legislatori e dei giudici costituzionali di fronte al discorso negazionista.
Analizza, poi, l’orizzonte dell’ordinamento costituzionale italiano, anche alla luce degli orientamenti emersi in Assemblea costituente circa il riconoscimento ai “nemici della democrazia” del diritto di partecipare alla vita pubblica. Il quadro che emerge è quello di una Costituzione che lascia aperta ogni via per la ricerca della verità e accetta il rischio della libertà.
Di conseguenza, l’autore ritiene che - in coerenza con il solco più “nobile” e profondo tracciato dal Costituente - il discorso negazionista possa ricondursi nell’alveo dell’art. 21 della Costituzione, sia pure ai suoi confini estremi.

 

The paper investigates the delicate relationship among the criminalization of Holocaust denial, the so-called “truth of the history” and the idea of democracy.
In the first part, it examines the legal landscape in Europe and the reasons why different European legislators and Constitutional Courts gave different answers to the question of the need of laws punishing genocide denial.
Afterwards, it analyzes the Italian legal system to highlight the tendencies developed in the Constituent Assembly about the recognition to the "enemies of democracy" of the right to participate in public life. It pinpoints a Constitution that leaves open every way in the search for the truth and that accepts the risks of freedom.
Consequently, the author believes that speeches about holocaust denial fall within article 21 of the Constitution, even to its extreme borders, in line with the more "noble" and deep roots of the Constitution.

NUMERO E ARGOMENTI:  
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it