rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

LA CORTE SUPREMA DEGLI STATI UNITI DEFINISCE I LIMITI DI BREVETTABILITÀ DEL GENOMA

Visualizza

 

Il contributo commenta la sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti nel caso Association for Molecular Pathology v. Myriad Genetics, Inc., No. 12-398. La società Myriad Genetics ha ottenuto la brevettabilità di due geni umani, noti come BRCA1 e BRCA2, contestati nelle corti federali da medici, pazienti e movimenti di consumatori. In una decisione, assunta all’unanimità, la Corte conclude nel senso che Myriad non ha creato o alterato la struttura genetica del DNA e, dunque, la pretesa brevettuale su segmenti di DNA isolati non è legittima. Al contrario, è brevettabile il cDNA in quanto composto da molecole che non si trovano in natura. L’Autore sostiene che la Corte Suprema ha inteso evitare le questioni di natura squisitamente costituzionale e raggiungere un risultato compromissorio.

 

 

The Author discusses the decision of the US Supreme Court in the case Association for Molecular Pathology v. Myriad Genetics, Inc., No. 12-398.  Myriad Genetics acquired patent rights on two human genes, known as BRCA1 and BRCA2, preventing medical professionals, who regularly use conventional genetic testing methods to examine genes, from examining the human genes that Myriad claims to own. The Supreme Court was asked to address the issue of patenting human genes. In a unanimous decision, the Justices held that a “naturally occurring DNA segment is a product of nature” and therefore it is not eligible for patent. The Supreme Court specified that, on the contrary, cDNA is patent eligible because it is not naturally occurring, that is the natural DNA sequence has been modified by human intervention. The Author argues that the Supreme Court  intentionally avoided constitutional issues, reaching a compromise solution.
 

NUMERO E ARGOMENTI:  

Cerca nel sito

I siti AIC

Ultimo fascicolo

Rivista AIC Fascicolo 04 2018

Newsletter della Rivista AIC

Per ricevere periodicamente aggiornamenti sulle nostre novità.
Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it