rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

LA GOVERNANCE DELLE UNIVERSITA’ PUBBLICHE NEI NUOVI STATUTI: LINEE DI TENDENZA E PRIME VALUTAZIONI

Visualizza

1. La revisione degli statuti: a che punto siamo
Questa cronaca costituisce il seguito di quella già pubblicata sul numero 2/2011 di questa stessa rivista, in un momento in cui il processo di revisione degli statuti degli atenei, imposto dall’art. 2 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 , era in fase iniziale. Alla fine di luglio 2011 è scaduto il primo termine – rispettato da un’esigua minoranza di atenei – entro il quale le università statali avrebbero dovuto approvare, con delibera del senato accademico assunta previo parere favorevole del consiglio di amministrazione. Il termine può essere prorogato per legge di tre mesi, arrivando così alla fine di ottobre 2011 . Dopo l’approvazione da parte degli organi accademici, la procedura prevede che il nuovo statuto sia trasmesso al ministero dell’università, che ha centoventi giorni di tempo per esercitare il controllo di legittimità e merito previsto all'articolo 6 della legge 9 maggio 1989, n. 168 . In assenza di richiesta motivata di riesame da parte del ministro competente, il nuovo statuto può essere emanato .
Finora pochissimi atenei statali italiani hanno completato la procedura nel termine indicato e i rispettivi statuti, dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, sono entrati in vigore . Si tratta dell’università della Tuscia , dell’università Magna Graecia di Catanzaro , dell’università Ca’ Foscari di Venezia e dell’università del Piemonte orientale A. Avogadro , oltre all’IMT alti studi di Lucca . Sebbene non fossero tenuti a farlo, anche alcuni atenei privati hanno provveduto ad adeguare i propri statuti ai requisiti indicati nella legge 240: la LUISS, la LUSPIO e la LUMSA di Roma, la Kore di Enna, lo IULM e il San Raffaele di Milano. Analogamente, hanno modificato il proprio statuto secondo la legge 240 tre università telematiche: E-Campus, Nicolò Cusano e Pegaso.  

NUMERO E ARGOMENTI:  
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it