rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

La funzione (fraintesa) della sfiducia costruttiva

Visualizza

La sfiducia costruttiva è un istituto del parlamentarismo razionalizzato la cui funzione complessa viene spesso equivocata. A differenza di altri congegni di razionalizzazione giuridica del rapporto fiduciario tra Governo e Parlamento, questo strumento, ove correttamente configurato, è vocato non solo a trasformare il significato della classica mozione di sfiducia ma anche a determinare un nuovo equilibrio del governo parlamentare, favorendo una sorta di primazia condizionata del Parlamento. Quando risponde a questa esigenza, come accade esemplarmente nell’ambito della Legge fondamentale tedesca, la sfiducia costruttiva può essere definita “sistemica”, coordinandosi perfettamente con la disciplina dello scioglimento anticipato e con quella della questione di fiducia; quando invece la sfiducia costruttiva viene introdotta al solo scopo di garantire la stabilità governativa, come è avvenuto ad esempio nell’ordinamento spagnolo, essa tende a presentarsi in una forma “spuria” in cui, oltre a difettare questo coordinamento costituzionale, manca del tutto la ratio sistemica del voto di sfiducia costruttivo. L’analisi comparativa permette di individuare anche altre variabili nella configurazione normativa dell’istituto. La ricognizione delle diverse tipologie di sfiducia costruttiva può essere utile per indagare meglio le sue possibili implicazioni nel concreto funzionamento del sistema di governo. L’esatta comprensione delle caratteristiche fondamentali della sfiducia costruttiva può inoltre giovare al dibattito italiano sulle riforme istituzionali.

Parole chiave: sfiducia costruttiva; parlamentarismo razionalizzato; governo parlamentare; scioglimento del Parlamento

 

The (misunderstood) function of constructive no-confidence

The constructive vote of no-confidence is an institution within rationalized parliamentarism, often misunderstood due to its multifaceted function. Unlike other mechanisms aimed at rationalizing the fiduciary relationship between the government and parliament, this tool, when properly configured, not only redefines the essence of the traditional no-confidence motion but also establishes a new equilibrium within parliamentary governance, endorsing a conditional primacy of parliament. When meeting this necessity, such as outlined in the German Basic Law, constructive no-confidence can be termed ‘systemic’, seamlessly aligning with early dissolution of parliament and question of confidence. Conversely, when constructive no-confidence is solely introduced to ensure governmental stability, resembling the Spanish system, it tends to manifest in a ‘spurious’ manner, lacking constitutional coordination and completely disregarding the systemic rationale of the institution. Furthermore, a comparative analysis allows for the identification of various patterns of this institution, unveiling different forms of constructive votes of no-confidence. This exploration enables a deeper investigation into its potential implications on the operational dynamics of the government system. A comprehensive grasp of the fundamental traits of constructive no-confidence could significantly contribute to the ongoing Italian discourse on institutional reforms.

Keywords: constructive vote of no-confidence; rationalized parliamentarism; parliamentary system; dissolution of parliament

 

NUMERO E ARGOMENTI:  

Cerca nel sito

I siti AIC

Ultimo fascicolo

Rivista AIC Fascicolo 01 2024

Newsletter della Rivista AIC

Per ricevere periodicamente aggiornamenti sulle nostre novità.
Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
banner giappichelli
banner
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Sandro Staiano
Direttori della Rivista AIC: Elisabetta Catelani - Claudio Panzera - Fabrizio Politi - Antonella Sciortino


ilmiositojoomla.it