rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

La giurisprudenza costituzionale Stato - Regioni nel 2009

Visualizza

1. Alcuni dati quantitativi: la ripresa della conflittualità

I dati complessivi sulla giurisprudenza costituzionale Stato-Regioni per il 2009 non appaiono particolarmente incoraggianti. Le decisioni rese nel giudizio in via diretta, infatti, sono maggiori rispetto al 2008 (19 in più), nonostante un dato complessivo di pronunce (342) che è stato il più basso dal periodo dello smaltimento dell’arretrato (1987-89); e l’aumento è ancora maggiore se si guarda ai dispositivi (417 rispetto ai 183 del 2008).

Particolarmente alto permane anche il numero di nuovi ricorsi pervenuti alla Corte (110) e negativi sono i dati sul rapporto tra decisioni e atti di promuovimento, essendo state definite meno questioni rispetto alle nuove pervenute all’attenzione della Corte. Conclusioni poco consolanti possono trarsi riguardo ai tempi medi di decisione, che sono quasi raddoppiati rispetto al 2008 (671,26 giorni contro 384,29), riassestandosi sulla cifra del 2005 (il che, tuttavia, può almeno in parte spiegarsi in virtù dello “smaltimento” di pendenze risalenti anche al 2006). Del tutto residuale la cifra delle decisioni sui conflitti d’attribuzione tra Stato e Regioni (appena 10, a cui devono aggiungersi i 2 casi in cui la Corte ha deciso congiuntamente ricorsi in via principale e conflitti fra enti).

Per tale tipo di giudizi, se non altro, si riscontra una positiva tendenza riguardo ai tempi di decisione, che risultano più che dimezzati (218,92 giorni contro i 457,07 del 2008). Rispetto al biennio 2007-2008, dunque, il numero delle decisioni (e dei dispositivi) sui ricorsi in via diretta torna a salire, a conferma di una ripresa di conflittualità tra Stato e Regioni, che rafforza il ruolo “arbitrale” della Corte costituzionale, nonché di un’“ipertrofia” ormai patologica della conflittualità tra enti.

NUMERO E ARGOMENTI:  
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it