rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

I REGOLAMENTI PARLAMENTARI AL VAGLIO DI COSTITUZIONALITÀ: LA CONSULTA INDICA LA STRADA

Visualizza

Prendendo le mosse dalla sentenza Corte cost. n. 120 del 2014, l’articolo intende analizzare i possibili sviluppi della giurisprudenza costituzionale in tema di sindacabilità dei regolamenti parlamentari. Scartata la configurabilità di un controllo nelle forme del giudizio di legittimità costituzionale, il contributo si concentra sullo strumento del conflitto di attribuzione, passando in rassegna gli elementi soggettivi ed oggettivi che esso potrebbe assumere ove si volesse portare all’attenzione della Corte l’esercizio della prerogativa dell’autodichia. Ci si interroga poi sull’estensione di un siffatto controllo e sulla sua effettività in una prospettiva di tutela del diritto di difesa del singolo. Da un lato, la restrizione del perimetro della giurisdizione interna ai casi in cui sussiste un nesso funzionale tra attività primarie delle Camere ed esercizio dell’autodichia appare suscettibile di garantire un sufficiente grado di tutela al diritto di difesa. Dall’altro, la limitazione del sindacato della Corte ai soli casi in cui l’esercizio dell’autodichia si risolva in una lesione delle attribuzioni dell’autorità giudiziaria consente di contemperare le esigenze di tutela del singolo con il principio dell’indipendenza del Parlamento.

 

On the basis of the judgment of the Constitutional Court. n. 120 of 2014, this commentary tries to analyze the further development of constitutional jurisprudence on the subject of judicial review of parliamentary rules of procedure. Having rejected the configurability of a control in the forms of the judicial review of legislation, the article focuses on the instrument of the attribution conflict between the powers of the State. In particular, it browses the subjective and objective elements that a conflict should present if the exercise of domestic parliamentary jurisdiction was to be brought to the attention of the Court. It then analyzes the extension of such a control and its effectiveness in relation to the protection the individual right of defense. The limitation of domestic jurisdiction to cases where its exercise is justified by a functional link with the primary activities of the Chambers guarantees a sufficient degree of protection to individual rights. At the same time, the fact that judicial review does not reach the cases where the exercise of domestic jurisdiction does not result in an injury to the attributions of the judicial power provides a fair balance between the protection of individual rights and Parliamentary independence.

NUMERO E ARGOMENTI:  
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it