rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

GLI APPARATI ORGANIZZATIVI E LA DEMOCRAZIA

Visualizza

 

Introduzione - I . Lo stato liberale:  1. Il salto dell’unificazione – 1.1. L’unità statale: valore e debolezze – 1.2. I principi di nazionalità e di indipendenza – 1.3.  Il costituzionalismo dello stato liberale e i suoi limiti -2. Il principio monarchico - 3. Il parlamentarismo imperfetto - 4. Autoritarismo e insufficienze degli apparati del quotidiano – II. Il regime fascista: 1. Fondazione e stabilizzazione del nuovo regime.  Uso della violenza e occultamento legalitario – 2. Il modello totalitario – 3. Gli apparati del quotidiano: persistenza, modernizzazione, strumentalizzazione – III.  La repubblica: 1. Le basi popolari della repubblica democratica – 1.1.  La costruzione del nuovo stato e le sue difficoltà – 1.2.  Ricchezza e limiti del lavoro costituente -   2 .    Uno “stato  costituzionale” -   3.     La costituzione tra congelamento e sblocco – 3.1. L’attuazione costituzionale e le sue impasse -  3.2. Il “disgelo” - 4. Sviluppi costituzionali e tentazioni di arretramento – 4.1. Lo  sviluppo e i suoi squilibri – 4.2. Gli “choc da arretramento” – 5.   Crisi e resistenza costituzionale -    5.1.   Una crisi multiforme – 5.2. Due partiti incostituzionali – 5.3. Il revisionismo costituzionale - 6. Un credo repubblicano – 7. Una considerazione conclusiva?

 

Introduzione
La storia dell’Italia unita è oggetto da tempo di un’estesa letteratura ed è stata ampiamente rivisitata in occasione del centocinquantesimo anniversario dell’unificazione. Gli studi riguardano con particolare ricchezza l’unificazione e l’età liberale come pure il  fascismo, sono cospicui anche sulla fase costituente della repubblica e cominciano ormai a presentare interessanti messe a punto sullo svolgersi dell’età repubblicana. Il loro compito è importante, sia nell’intento di acquisire una conoscenza di un itinerario  lungo e fortemente complesso, non privo di avventure e di vicende drammatiche, sempre più approfondita sia ai fini di  comprendere maggiormente il presente che, in qualche modo, di darsi strumenti per affrontare meglio il futuro. Nell’ambito delle conoscenze disponibili, la dimensione costituzionalistica e istituzionale in genere, sebbene non manchino indagini accurate su singoli temi e qualche quadro generale, non appartiene ancora alla cultura comune e men che meno alla consapevolezza diffusa; opportuno è perciò che il convegno 2012 dell’Associazione italiana dei costituzionalisti si sia proposto una specifica indagine.
 

NUMERO E ARGOMENTI:  

Cerca nel sito

I siti AIC

Ultimo fascicolo

Rivista AIC Fascicolo 04 2018

Newsletter della Rivista AIC

Per ricevere periodicamente aggiornamenti sulle nostre novità.
Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it