rivista AIC pittogrammarivista AIC logo

Incandidabilità, ineleggibilità, incompatibilità con la carica di membro del Parlamento

Visualizza

SOMMARIO: 1. Introduzione: ambiguità degli istituti nelle trasformazioni della forma di Stato e della forma di governo. 2. Questioni definitorie e delimitazione dell'oggetto di indagine, tra presupposti di diritto positivo e procedimenti di accertamento delle fattispecie. 3. Una possibile chiave di lettura: l'interpretazione e la giustiziabilità degli istituti nelle asimmetrie tra i diversi livelli territoriali di governo. 4. L'equilibrio tra Corte, giudici e Parlamento in regime proporzionale: l'interpretazione “riduttiva” delle cause di ineleggibilità originarie e la loro possibile trasformazione, se sopravvenute, in cause di incompatibilità. 5. L'equilibrio tra giudici e Parlamento diventa precario: le divergenze sulle c.d. ineleggibilità d'affari. 6. Segue: la definitiva rottura tra l'orientamento degli organi giurisdizionali e quello delle Camere sull'ineleggibilità sopravvenuta (e sull'elusione delle norme sull'incompatibilità) per effetto del cumulo del mandato parlamentare con le cariche locali... 7. Segue: ...e sull'ineleggibilità sopravvenuta in caso di condanna definitiva del parlamentare all'interdizione dai pubblici uffici. 8. Considerazioni conclusive: le esigenze di razionalizzazione della disciplina in una prospettiva speculare tra i diversi livelli territoriali di governo, con particolare riferimento alla ricomposizione delle asimmetrie nei procedimenti di accertamento.

1. Introduzione: ambiguità degli istituti nelle trasformazioni della forma di Stato e della forma di governo
La disciplina delle cause di incandidabilità, ineleggibilità ed incompatibilità con i mandati rappresentativi dei diversi livelli territoriali di governo appare tutt’altro che coerente, specie in ragione delle sue molteplici e niente affatto univoche linee evolutive, aggravate da prassi contraddittorie nell'interpretazione e nell'applicazione delle articolate fattispecie previste dal legislatore, nonché nella giustiziabilità degli istituti.
 

NUMERO E ARGOMENTI:  

Cerca nel sito

I siti AIC

Ultimo fascicolo

Rivista AIC Fascicolo 04 2018

Newsletter della Rivista AIC

Per ricevere periodicamente aggiornamenti sulle nostre novità.
Iscrivendomi acconsento al trattamento dei dati secondo la normativa sulla privacy.
banner cacuccied
banner giappichelli
banner
banner
banner

L'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è iscritta al Registro degli Operatori della Comunicazione a far data dal 09.10.2013 con n. 23897.
Codice ISSN 2039-8298 (Online). La Rivista dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti è inoltre registrata presso il Tribunale di Roma - n.339 del 05.08.2010.
Rivista trimestrale inclusa nella classe A delle Riviste scientifiche dell'Area 12 - Scienze giuridiche
Direttore Responsabile della Rivista AIC: Prof. Gaetano Silvestri
Direttori della Rivista AIC: Prof. Felice Giuffrè - Prof.ssa Elisabetta Lamarque - Prof. Alberto Lucarelli - Prof. Giovanni Tarli Barbieri


ilmiositojoomla.it